La tempesta

“Passata è la tempesta

odo augelli far festa…”

così il caro Leopardi

che studiavo a memoria

alunna di quarta elementare

ignara e felice.

La buona suora

non osava spiegare

il significato della tempesta

né alcuno di noi

si chiedeva il perché

dei versi leopardiani.

Oggi meditando

la pagina evangelica

della tempesta sedata,

ripenso ai vari momenti

difficili e burrascosi

che hanno segnato

la vita di molti

e anche la mia.

La barca in pericolo

la paura e l’ansia

lo sconforto

la sensazione

di solitudine

senza uscita

il silenzio di Dio

hanno turbato

profondamente

diversi momenti

della nostra vita

e non sapevamo

che il Maestro

era con noi

sulla barca

pronto a sedare

la tempesta

a ridare a ciascuno

gioia e speranza.

Nella Cusumano Lombardo