Pasta reale

Ingredienti

gr.500 di farina di mandorle

gr.250 di zucchero a velo

1 cucchiaio di gin o altro liquore

1-2 cucchiai di amido per dolci

3 cucchiai di acqua minerale

Procedimento

Mescolare la farina di mandorle con lo zucchero a velo. il liquore e l’acqua,  lavorare per amalgamare il tutto fino ad ottenere una pasta liscia e morbida. Se occorre aggiungere l’amido per dolci.

La pasta ottenuta può essere modellata a piacere in forme varie: frutta detta di marzapane o di martorana, agnellini pasquali, gallinelle o altro.

Buona Pasqua e buona preparazione

pecorelle

Pasta di San Giuseppe

Ingredienti: tutte le verdure di stagione, cioè carciofi, carote, finocchietto selvatico cavolfiore, cipollette, pisellini etc…

bucatini o spaghetti- filetti di sarde crude o di acciughe sottolio- formaggio pecorino –pangrattato e mandorle tostate.

Procedimento

Lessare le verdure e nell’acqua di cottura cuocere la pasta. Mantecare le verdure con un po’ di pomodoro pelato, le sarde o le  acciughe, formaggio  e olio d’oliva- Condire la pasta e sistemarla in una pirofila e condirla con le verdure mantecate. Tenere in forno per 20/30 minuti e cospargere di mandorle e di pangrattato tostati.

È una pasta povera , tipica della Sicilia occidentale, ma molto gustosa… Buon appetito

Pasta con tenerumi e pesto trapanese

Una ricetta antica che ricorda il tempo in cui le verdure venivano raccolte e cucinate “cote e cotte”.

Ingredienti per 4 persone

2-3 mazzetti di tenerume di zucchina

4 pomodori rotondi

4 spicchi di aglio

4 cucchiai di olio di oliva

1 rametto  di basilico

gr. 250 di pasta per minestra

4 cucchiai di pecorino semistagionato

Preparazione

Mondate il tenerume, lavatelo più volte e cucinatelo in  acqua  bollente. Pelate i pomodori e conditeli con aglio schiacciato e tagliato in piccoli pezzi e con l’olio.

Lessate la pasta, eliminate l’acqua di cottura e conditela con il pesto trapanese e una spolverata di pecorino semistagionato.