Le palme a Natale

Colpite dal punteruolo rosso

tristi le mie palme

che si alzavano liete

in vista del mare africano.

Ora le vedo dimesse,

distrutte nel profondo del cuore

in questo clima di attesa

del Natale, festa dell’Amore.

La povertà e la semplicità

della grotta di Betlemme

ci portano lontano

dal consumismo sfrenato

irrazionale, insensibile

alla povertà dell’altro

del fratello che vediamo

ogni giorno, vicino a noi

ma lontano dal nostro cuore.

Il punteruolo dell’egoismo

e dell’indifferenza

ha colpito le coscienze

ha distrutto la bellezza

dell’essere umanità

per gli altri, creature

di ogni razza e religione,

preziose agli occhi di Dio.

Possa il Bambino

che viene tra noi e ritorna

con sembianze

indifese e innocenti

scaldare il nostro cuore,

illuminare la nostra mente

confortare la nostra sofferenza.

Nella Cusumano Lombardo

Annunci