Ricetta per le sfinci

 Ingredienti 

  • 1 kg di farina di semola rimacinata
  • 800ml di acqua (ma potrebbe occorrerne poco più o poco meno a seconda del grado di umidità della farina)
  • 10g di lievito di birra
  • 10g di sale
  • olio per friggere (consiglio olio di girasole)
  •  zucchero
  • cannella
  • vaniglia

Procedimento

 

  1. Per prima cosa sciogliamo il lievito di birra in poca acqua tiepida prelevata dal totale
  2. Quando sarà sciolto, aggiungiamolo alla farinae poi cominciamo a versare il resto dell’acqua, piano piano, amalgamando con le mani.
  3. cominciamo a impastaresimulando con le mani il movimento della frusta e continuiamo energicamente fino a quando l’impasto avrà raggiunto una consistenza collosa ma densa.
  4. Quando avremo finito non ci saranno più grumi e l’impasto sarà liscio. Copriamo, mettiamo a lievitare al calduccio ed aspettiamo il raddoppio.
  5. Quando l’impasto sarà lievitato, preleviamone cucchiaiate e tuffiamole nell’olio bollente.
  6. Quando le sfinci dolci saranno rosolate da tutti i lati, tiratele fuori, passatele su un foglio di carta assorbente e rotolatele nello zucchero aromatizzato con cannella e vaniglia.

 Trucchetto: per capire se l’olio è caldo al punto giusto, immergiamo uno stuzzicadenti o il manico del cucchiaio di legno, quando si circonderà di bollicine, l’olio sarà sufficientemente caldo.

Nota: la ricetta è della mia amica Monica

 

 

Annunci

Torta soffice allo yogurt

Per i più golosi…la torta allo yogurt

Ingredienti:  2 uova grandi, 1 bicchiere di yogurt magro, i bicchiere di zucchero, i bicchiere scarso di olio di oliva mescolato al succo di mezza arancia o limone, scorza di arancia o di limone, farina 00 quanto basta, 1 busta di lievito per dolci.

Procedimento: lavorare le uova intere con lo zucchero, aggiungete uno alla volta gli altri ingredienti, fino ad ottenere un impasto leggero e  morbido. Sistemare in una pirofila imburrata e infarinata, aggiungere una parte lavorata con cacao in polvere e infornare per 25/30 minuti in forno già caldo.

Pasta reale

Ingredienti

gr.500 di farina di mandorle

gr.250 di zucchero a velo

1 cucchiaio di gin o altro liquore

1-2 cucchiai di amido per dolci

3 cucchiai di acqua minerale

Procedimento

Mescolare la farina di mandorle con lo zucchero a velo. il liquore e l’acqua,  lavorare per amalgamare il tutto fino ad ottenere una pasta liscia e morbida. Se occorre aggiungere l’amido per dolci.

La pasta ottenuta può essere modellata a piacere in forme varie: frutta detta di marzapane o di martorana, agnellini pasquali, gallinelle o altro.

Buona Pasqua e buona preparazione

pecorelle

Paccheri con verza e robiola

Ingredienti per 4 persone

gr.300 paccheri

gr.300 verza

1 cucchiaino di curcuma

4 cucchiai colmi  di robiola

4 cucchiai di parmigiano reggiano a scaglie

Procedimento

Tagliate la verza a strisce sottili, immergetele in acqua  e sgocciolatele. Fate cuocere la verza a fuoco moderato finché le strisce diventeranno morbide. Aggiungete la curcuma, la robiola e il parmigiano.

Lessate i paccheri e scolateli in un recipiente capace. Mescolate  la pasta con il condimento e servite caldo.

Un piatto buono e facile per la primavera in arrivo.

Ricette con limoni e arance

Confettura di limoni

Scegliete alcuni limoni maturi e carnosi e metteteli a bagno in acqua fredda per 24 ore, poi fateli bollire coperti d’acqua e rimetteteli in acqua fredda per altre 24 ore. Per 1 Kg di limoni occorre un Kg di zucchero, una foglia di alloro e 1 cucchiaio di cannella in polvere.

Per la confettura, tagliate i limoni a fette sottili eliminando i semi , mettete a cuocere con lo zucchero e la foglia di alloro e lasciate bollire a fuoco basso per 20 minuti, mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno fino a quando assumerà il colore dorato del miele. Alla fine, se piace, aggiungete la cannella e sistemate nei vasi di vetro. Per il sottovuoto, chiudete i vasi e teneteli capovolti per alcune ore fino a raffreddamento.

 

Granita di limone

1 bicchiere di succo di limone, 1 bicchiere di zucchero, 2 bicchieri di acqua minerale, 1 bustina di vaniglia. Sciogliete lo zucchero in un po’ di acqua tiepida, aggiungete  la restante acqua, la vaniglia  e il succo di limone mescolando bene. Sistemate il liquido ottenuto in un recipiente di vetro coperto e mettere in congelatore per alcune ore. Potete decorare la granita con un po’ di confettura di limoni.

Bucce d’arancia candite

Scegliete alcune arance carnose e sbucciatele a vivo. Mettete in acqua fredda le bucce per due giorni rinnovando l’acqua per 3-4 volte al giorno, poi sgocciolatele e pesatele. A parte pesate la stessa quantità di zucchero (per 250 grammi di bucce occorre 65 dl di acqua) e fatelo sciogliere insieme all’acqua a fuoco basso in una casseruola finché lo sciroppo non diventerà limpido, quindi immergete le bucce tagliate a striscioline e lasciate cuocere finché lo sciroppo non si sarà assorbito (il tempo di cottura va dai 10 ai 15 minuti).Appena le bucce saranno fredde, staccatele con un cucchiaio di legno e conservatele in un vasetto di vetro.

 

Pasta di San Giuseppe

Ingredienti: tutte le verdure di stagione, cioè carciofi, carote, finocchietto selvatico cavolfiore, cipollette, pisellini etc…

bucatini o spaghetti- filetti di sarde crude o di acciughe sottolio- formaggio pecorino –pangrattato e mandorle tostate.

Procedimento

Lessare le verdure e nell’acqua di cottura cuocere la pasta. Mantecare le verdure con un po’ di pomodoro pelato, le sarde o le  acciughe, formaggio  e olio d’oliva- Condire la pasta e sistemarla in una pirofila e condirla con le verdure mantecate. Tenere in forno per 20/30 minuti e cospargere di mandorle e di pangrattato tostati.

È una pasta povera , tipica della Sicilia occidentale, ma molto gustosa… Buon appetito

Pasta con tenerumi e pesto trapanese

Una ricetta antica che ricorda il tempo in cui le verdure venivano raccolte e cucinate “cote e cotte”.

Ingredienti per 4 persone

2-3 mazzetti di tenerume di zucchina

4 pomodori rotondi

4 spicchi di aglio

4 cucchiai di olio di oliva

1 rametto  di basilico

gr. 250 di pasta per minestra

4 cucchiai di pecorino semistagionato

Preparazione

Mondate il tenerume, lavatelo più volte e cucinatelo in  acqua  bollente. Pelate i pomodori e conditeli con aglio schiacciato e tagliato in piccoli pezzi e con l’olio.

Lessate la pasta, eliminate l’acqua di cottura e conditela con il pesto trapanese e una spolverata di pecorino semistagionato.