Una estate torrida

Giugno è iniziato  con punte di  40 gradi, registrate sin dalle ore del mattino e durature fino a sera inoltrata. Dal maggio piovoso, simile a marzo, si è passati di colpo all’inizio di una estate che prevedo torrida e dannosa per la salute di tutti, ancor più per gli anziani e i bambini. Mi chiedo: dove sono le stagioni? le abbiamo perdute o possiamo averne due, l’inverno e l’estate, che non sono le stagioni che conosco, ma altro, fenomeni inprevedibili e portatori di danni alle colture, ai mari già inquinati e poco sicuri, alla fauna marina e no.

Il cambiamento climatico che definirei stravolgimento dannoso, ci riporta alle petizioni per la salvezza dellla terra, ai cortei organizzati dai giovani capeggiati dalla giovane Greta, per altro criticata e incompresa da molti.

La voce di Papa Francesco, a tal proposito, non è compresa né ascoltata, nonostante l’enciclica Laudato si’ ,che tratta ampiamente della tutela  del creato, dono di Dio, dell’inquinamento, definito “degrado umano e sociale” in quanto colpisce  ogni settore della vita e danneggia i più poveri del pianeta terra. Non ci resta che aspettare le decisioni dei grandi della terra, incapaci di vedere la realtà terribile in cui viviamo, almeno fino ad oggi….. sperando che la loro mente si svegli e si adoperi per la salvezza di quel che resta di questo nostro pianeta.

Annunci