Pioggia torrenziale

Una pioggia torrenziale ha rovinato la festa di Ognissanti e il giorno seguente.

Una pioggia fitta e incessante, definita una bomba d’acqua, anche se nella nostra terra di Sicilia, i primi giorni di novembre erano,  negli anni ormai trascorsi, giorni di sole, di tepore quasi primaverile, che consentiva ai genitori di portare i bambini a visitare le sepolture dei nonni e dei propri cari. Una tradizione, quella siciliana, molto originale e unica, intendo riferirmi ai doni  dei morti, che i ragazzi ricevevano la mattina del 2 novembre. Nel vassoio, che i piccoli portavano in giro per le vie della  piccola città della mia infanzia, erano sistemati melogranate, frutta martorana, taralli, altri dolci e qualche golfino  elegante. Così si viveva negli anni del dopoguerra e noi, poco più che bambini eravamo ben contenti di tutto quello che la vita ci offriva, anche delle piccole cose, che i ragazzi di oggi non apprezzano, anzi chiedono sempre più oggetti sofisticati prodotti dalla tecnologia  avanzata.

Forse i miei lettori mi considerano una persona fra i tanti “laudatores temporis acti”, ma nel mio animo sono vivi e presenti i giorni della mia infanzia, così come li ho vissuti, pieni di luce e di gioia. Riesco ancora a preparare con la farina di mandorle e lo zucchero a velo la frutta martorana, detta così in ricordo di una nobildonna siciliana, Eloisia Martorana, che nel 1193 feve costruire un monastero  benedettino accanto alla chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, sita in Palermo. La stessa chiesa viene detta comunemente  della Martorana.

Queste notizie, miei cari lettori, mi legano ancor di più alla nostra terra, ricca di  storia, di arte e di bellezza, nonostante l’abbandono  e la noncuranza di tanti che dicono di governare….

Pubblicato da

Nella Cusumano

Amo scrivere poesie e racconti, a parte le ricette antiche della cucina siciliana che amo in particolare perché sono sempre vissuta qui e nata per caso nel Friuli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...