Un filo sottile

La vita umana è appesa ad un filo sottile, che immagino di seta, argentato o  dorato, secondo le situazioni attraversate da ciascun essere vivente. Non sappiamo come e quando lasceremo questo mondo e continuiamo a vivere per forza d’inerzia, accusando noia e fastidio per il vento che soffia e per il caldo afoso che toglie il respiro, per le ciarle di altri esseri che sciupano il loro tempo criticando e mai proponendo soluzioni ai vari problemi che ci travolgono e ci angustiano.

Penso anche al regno vegetale e animale, quando le creature presenti nel nostro mondo vivono e vegetano trasmettendo gioia e serenità al cuore inquieto dell’essere umano. A ragione gli scrittori  Tiziano Fratus con I Giganti della terraPietro Maroè  con La tenerezza delle chiome, ci offrono un chiaro e articolato esame del mondo creato, affermando che la cura delle piante è un percorso difficile e impegnativo, che l’ambiente determina la loro crescita rigogliosa o no. Il mondo creato merita la nostra attenzione e la funzione degli alberi e delle piante ci è ben nota fin dagli anni della nostra età scolare. Pietro Maroè afferma che “le piante si stressano. Ci sono gli stress climatici: siccità o troppa pioggia, gelo, vento, neve e fulmini… e poi l’inquinamento della terra e dell’aria, la mancanza di spazio, la competizione con altri esemplarimper luce , aria e nutrienti”.

Come si può prendere coscienza di quanto scrive il nostro autore? Osservando e studiando i fenomeni naturali e rivolgendo la nostra attenzione a quanto accade neile nostre città, da settimane  colme di spazzatura e di disordine in ogni senso a causa della inutile presenza di amministratori chiamati a rendere la nostra vita dignitosa e degna di essere vissuta. A costoro non interessa che anche la loro vita è appesa a un sottile filo….

Pubblicato da

Nella Cusumano

Amo scrivere poesie e racconti, a parte le ricette antiche della cucina siciliana che amo in particolare perché sono sempre vissuta qui e nata per caso nel Friuli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...