Il cane e la luna

Nel mezzo della notte

un cane abbaia alla luna

piccola e tonda

avvolta dal grigiore

delle nubi

e dal suo biancore

freddo e lontano.

Non riesco a dormire

sento il cane

che continua con rabbia

a farsi sentire

e richiama altri suoi simili

che gli fanno eco

da lontano

dal fondo della campagna

che si allunga fino al mare

di Selinunte e di Sciacca.

Pensieri diversi si agitano

nella mia mente

non riesco a dormire

ripenso al terremoto

del Belice

ai giorni di angoscia  e di paura

quando il latrato del cani

ci avvisava con insistenza

e non avvertivamo il pericolo.

Allora la piccola Giusj

avvolta in una coperta

veniva portata

nella casa di campagna

del nonno Lorenzo

a Piopposecco.

Era il 15 gennaio

del 1968 quando

anche i cani  davano

l’avviso e noi non capivamo.

Nella Cusumano Lombardo

 

Annunci

Pubblicato da

Nella Cusumano

Amo scrivere poesie e racconti, a parte le ricette antiche della cucina siciliana che amo in particolare perché sono sempre vissuta qui e nata per caso nel Friuli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...