Sfinci di San Martino

Sfinci siciliani o siciliane? Sfinci o sfingi siciliane ?
Il nome, la sua pronuncia più che altro, cambiano di provincia in provincia, anzi, che dico? Di città in città!

Ti sposti di 10 km e cambia una vocale, un accento, una desinenza … solo una cosa non cambia: la bontà di questi dolci di pasta lievitata.

Non sono un’esclusiva siciliana ma sono diffuse in tutto il sud con vari nomi: sfincette e zeppole i più frequenti.
Ma considerato che  “falla comu vuoi, è sempre cucuzza”, anche queste, chiamale come vuoi… ma sempre buonissime restano!
E allora a me non resta che illustrarvi la ricetta ed invitarvi a provarle!

 Monica

Monica, autrice della ricetta, non  associa il dolce alla festa di San Martino, ma posso assicurarvi che in Sicilia, a parte l’assaggio del vino nuovo, la tradizione vuole che  il giorno 11 novembre si preparino le frittelle. Buona giornata

Pubblicato da

Nella Cusumano

Amo scrivere poesie e racconti, a parte le ricette antiche della cucina siciliana che amo in particolare perché sono sempre vissuta qui e nata per caso nel Friuli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...