Aprile dolce dormire

Siamo già nel quarto mese dell’anno e avverto la fuga dei giorni, sempre più veloci e inafferrabili. Nei lontani anni della mia infanzia, avvertivo il tepore della primavera e amavo dormire più del solito, indugiando nel mio lettino e ignorando il richiamo insistente di mia madre. Oggi 2 aprile  un velo biancastro avvolge il paesaggio e una pioggia sottile insiste sulle mattonelle del terrazzo e sui vetri, quasi a voler pulire e rigenerare i campi fioriti e adorni di margherite gialle, alte luminose e portatrici di luce nella loro semplicità arcana e conosciuta. Siamo vicini alla Pasqua di Resurrezione, ma nel mio animo avverto una sottile malinconia , un desiderio di vita serena e normale, un bisogno di vedere intorno a me un mondo pulito e privo di violenza, di fanatismo esasperato, di vittime innocenti. Desidero profondamente rivivere quel tempo lontano, che mi portava a sentire la primavera e a dormire serenamente.

Annunci

Pubblicato da

Nella Cusumano

Amo scrivere poesie e racconti, a parte le ricette antiche della cucina siciliana che amo in particolare perché sono sempre vissuta qui e nata per caso nel Friuli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...