Le tre piccole e il trucco per la festa di Carnevale

Le tre nipoti piccole, formavano un grazioso trio e lasciavano in disparte Giusy e Michele, quando nei giorni di Carnevale pensavano di vestirsi in maschera e di farsi truccare dalla zia Nella. Venivano al primo piano della casa dei nonni e senza destare alcun sospetto si radunavano nella stanza in fondo al corridoio, stanza  della zia che custodiva nei cassetti dell’armadio antico tutte le matite, gli ombretti, i rossetti e la cipria che adoperava per truccarsi un po’.

Rosangela, la prima delle tre bimbe chiedeva di poter vedere i colori e sceglieva quelli più adatti a lei, che amava disegnare e creare immagini  sui fogli di quaderno. Claudia, con la sua vocina squillante chiedeva gli ombretti e tutto il resto affidandosi alle cure della zia Nella, che si preoccupava anche di Lory, buona e tranquilla, per non creare disparità tra le due sorelline gemelle. I nonni sapevano dell’operazione-trucco e lasciavano fare compiaciuti.

Vestirsi a Carnevale era d’obbligo per le tre bimbe perché a scuola la maestra aveva detto di una grande festa da organizzare, con tanti buoni dolci e musica. Una grande gioia si leggeva negli occhi delle tre bimbe che si guardavano e riguardavano allo specchio dell’armadio antico e commentavano il modo della zia, confabulavano sulla festa e si preparavano a recarsi a scuola accompagnati dal nonno e da mamma Caterina, che preoccupata di altre cose  non si dedicava certamente al trucco di Carnevale. Al ritorno da scuola le tre piccole raccontavano e raccontavano senza stancarsi e si preparavano al pranzo  che la nonna Concettina aveva preparato con tanta cura e affetto.

Così era il Carnevale negli anni  felici dell’infanzia, da ricordare perché appartiene al passato? Forse, anzi penso di si, mie care piccole nipotine ora cresciute ma sempre presenti nel ricordo di quei giorni sereni, quando tutti, me compresa, eravamo giovani.

Annunci

Pubblicato da

Nella Cusumano

Amo scrivere poesie e racconti, a parte le ricette antiche della cucina siciliana che amo in particolare perché sono sempre vissuta qui e nata per caso nel Friuli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...